Comunicato stampa

Lunedì 18 dicembre il consiglio comunale di Dalmine ha approvato con 12 voti favorevoli e 2 astenuti la mozione che vieta l’utilizzo del suolo pubblico ad organizzazioni di ispirazione neofascista.

La sezione ‘N. Betelli’ considera questo atto politico come positivo e dovuto, alla luce dei gravi episodi di ritorno dei neofascismi registrati negli ultimi mesi in tutta Italia.

La mozione antifascista ribadisce i valori cardine su cui si fonda la nostra repubblica. Più di 70 anni fa troppi giovani partigiani, anche sul nostro territorio, hanno sacrificato la loro vita per sconfiggere il nazifascismo e dare all’Italia un futuro fatto di democrazia e libertà.

Dalmine è oggi il primo Comune bergamasco ad aver approvato una mozione che vieta ad organizzazioni neofasciste l’utilizzo degli spazi pubblici. Approvando l’azione di chi ha votato in consiglio il provvedimento, sollecitiamo ora l’amministrazione a dare piena attuazione della mozione qualora si dovessero ripresentare episodi di presenza di organizzazioni neofasciste sul nostro territorio come accaduto sabato 16 dicembre.

 

Dalmine 23/12/2017

Il Vicepresidente Vicario di ANPI Sez. “N Betelli” Dalmine, Luigi Forcella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *